chi, cosa

Mi chiamo Stefano Mazzoni, sono nato a Padova nel 1979, vivo a Cracovia. Mi occupo di estetica, critica e storia dell’arte contemporanea e del design. Qui raccolgo i miei scritti, apparsi su varie pubblicazioni on line e cartacee, testi delle mostre che ho curato, di conferenze e ricerche, oltre a qualche rapido appunto.

Dal 2011, scrivo su Artribune e collaboro con l’Istituto Italiano di Cultura di Cracovia. Dal 2009, curo con Emanuele Beluffi il sito aperdico Kritika. Nel maggio 2011 ho fatto parte della giuria che ha attribuito il premio della critica a WRO  Biennial – Alternative Now, la quattordicesima edizione della biennale di media art di Breslavia. Tra 2007 e 2011 ho scritto oltre 100 articoli per Exibart. Tra il 2006 e il 2010, ho partecipato come archivista alla realizzazione e apertura dell’Archivio Giovanni Sacchi, a Sesto San Giovanni (MI). Tra il 2007 e il 2010 ho partecipato all’avventura di Vibrisselibri.

Tra le mostre che ho curato: Giovanni Sacchi & Italian Industrial Design [Re-Edition] (Sesto San Giovanni, 2010), Reflux di Alex Bellan (Padova, 2011 con Stefania Schiavon), Utopia corporis. Corporeità incarnate (Milano, 2011 con Emanuele Beluffi), Disegnare “una forma che pensa”. Il cinema italiano nel manifesto polacco (Cracovia, 2011), 25 anni. Istituto Italiano di Cultura di Cracovia (Cracovia, 2012 con Clara Celati).