FREEDOM CLUB

La pittura di Radek Szlaga si nutre dei frammenti più disparati, sovraccaricandosi fino all’implosione. Il titolo stesso della sua personale al Castello Ujazdowski muove da un antecedente dinamitardo: Freedom Club, FC, la firma dei pacchi bomba di Theodore John Kaczynski, l’inafferrabile Unabomber, noto alle cronache americane una quindicina d’anni prima di cedere il nome all’omonimo bombarolo friulano.

Szlaga mescola le carte della storia del terrorista americano, ne rincorre le origini nella campagna polacca per poi seguire le orme degli immigrati in America, tra freaks e fabbriche abbandonate, per poi perdersi in reconditi e misteriosi anfratti africani. Le sue tele si affollano sulle pareti dando vita a una mitologia caotica dove FIAT 126P incendiate e maiali, nani e montanari, cannibali e animali da cortile partecipano di uno stesso racconto.

Le loro figure emergono dallo sfondo come da una nebbia, con forme non completamente definite, confuse ma riconoscibili. Alcuni temi iconografici ritornano ossessivamente, sviluppando la straniante familarità di ricordi sbiaditi dal tempo. La pazienza del realismo e l’istinto del primitivo procedono l’uno accanto all’altro, la volgarità affianca l’erudizione, in un’apoteosi di una pittura talmente anarchica da negare persino se stessa. Non è un caso che alla straripante overture di dipinti della prima sala segua un ambiente nascosto, una sorta di laboratorio chimico e bombarolo, a cui si accede attraverso una serra, tra reali piante di patate, nell’odore acre di distillati fatti in casa, mentre le pareti accolgono in serie diapositive degli stessi dipinti visti precedentemente.

Szlaga sembra voler dire che se la pittura può ancora descrivere il mondo, non lo può certo salvare. Per questo rimane sulla soglia, a un passo dall’iconoclastia, ed esce dalla tela, per compromettere così se stessa, ogni possibile rappresentazione e qualsiasi rappresentato.

dall’8 settembre al 18 novembre 2012
Radek Szlaga – FREEDOM CLUB
a cura di Stach Szabłowski

CSW Ujazdowski
Varsavia
csw.art.pl

Articolo pubblicato su Kritika, il 3 ottobre 2012

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: